Il sistema di rating LEED™ è un insieme di protocolli che certificano la sostenibilità di qualsiasi tipo di edificio (sia commerciale che residenziale) e ha come oggetto l’edificio e tutto il suo “ciclo di vita”, dalla progettazione alla costruzione.

Nato negli Stati Uniti, ove è molto diffuso (il 90% del patrimonio immobiliare certificato lo è con LEED), si è andato affermandosi velocemente come nuovo standard mondiale per le costruzioni eco-compatibili: viene oggi applicato in 40 paesi diversi; in Italia si è diffuso soprattutto in occasione dell’EXPO.

LEED promuove edifici sostenibili in possesso di determinate performance e caratteristiche ambientali, quali ad esempio il risparmio energetico ed idrico, la riduzione delle emissioni di CO2, il miglioramento della qualità e salubrità degli ambienti interni dell’edificio, i materiali e le risorse impiegati, il progetto e la scelta del sito.

Sviluppato da U.S. Green Building Council (USGBC), il sistema si basa sull’attribuzione di “crediti” previsti in sei “aree”. Ad esempio nel protocollo LEED ITALIA NUOVE COSTRUZIONI 2009 vi sono le seguenti aree e relativi prerequisiti e crediti:

  1. Sostenibilità del Sito: 1 prerequisito, 8 crediti – max 26 punti (es. quanto distanti sono i trasporti pubblici? Come è gestito il cantiere?),
  2. Gestione delle Acque: 1 Prerequisito, 3 Crediti – max 10 punti (es. l’acqua piovana viene riciclata per i WC o per le piantumazioni?),
  3. Energia ed Atmosfera: 3 Prerequisiti, 6 Crediti – max 35 punti (es. ci sono impianti fotovoltaici o pompe di calore?),
  4. Materiali e Risorse: 1 Prerequisito, 7 Crediti – max 14 punti (es. di quanta % di contenuto di riciclato pre e post consumo sono costituiti i materiali?),
  5. Qualità ambientale Interna: 2 Prerequisiti, 8 Crediti – max 15 punti (quanti composti organici volatili emettono i manufatti inseriti all’interno?),
  6. Innovazione nella Progettazione: 2 crediti – max 6 punti (quante e quali caratteristiche di innovazione e di applicazione delle pratiche di sostenibilità sono state utilizzate nella realizzazione dell’edificio?)
  7. Priorità Regionale: 1 Credito – max 4 punti (es. incentivare i gruppi di progettazione a focalizzare l’attenzione su caratteristiche ambientali prioritarie della località in cui è situato il progetto).

Ogni credito dà diritto ad un punteggio, mentre la somma dei crediti costituisce il livello di certificazione: Base (40-49 punti), Argento (50-59 punti), Oro (60-79 punti) e Platino (80 punti e oltre).

Se l’oggetto della certificazione è l’edificio, i prodotti e materiali che vi entrano a far parte che ruolo hanno? Se sono in possesso di determinate caratteristiche ambientali, essi contribuiranno a far ottenere all’edificio un determinato numero di crediti e quindi relativi punteggi.

La verifica viene di solito affidata a tecnici professionisti con la qualifica di LEED AP (ossia professionisti che hanno superato un apposito esame presso GBCI e il cui elenco internazionale si trova presso il sito di USGBC), in grado di effettuare apposite analisi tecniche di confronto tra i prodotti e le loro caratteristiche e ciò che è richiesto dai requisiti dei crediti del sistema LEED, chiamate “mappature di prodotto”.