Hai dei dubbi sulla certificazione? L’esperto risponde!

Un esperto a tua disposizione per aiutarti nel capire cos’è la certificazione e come possono beneficiarne i prodotti della tua azienda.

Clicca qui

Oppure chiamaci al numero: 049/9003612

Lo schema GRS, certifica prodotti ottenuti da materiali da riciclo e attività manifatturiere. Valorizza i prodotti realizzati con materiali da riciclo, nel rispetto di criteri ambientali e sociali estesi a tutte le fasi della filiera produttiva.

 Cosa si certifica

Lo schema GRS è promosso da Textile Exchange, una delle più importanti organizzazione non-profit che promuovono a livello internazionale lo sviluppo responsabile e sostenibile nel settore tessile. Con questo standard, Textile Exchange riconosce la fondamentale importanza del riciclaggio per la crescita di un modello di produzione e consumo sostenibile; punta a favorire la riduzione del consumo di risorse (materie prime vergini, acqua ed energia) e ad aumentare la qualità dei prodotti riciclati. Il GRS prevede il rilascio di una dichiarazione ambientale verificata da parte terza che comprova:

  • il contenuto di materiali da riciclo dei loro prodotti (sia intermedi che finiti)
  • il rispetto di criteri ambientali e sociali in tutte della filiera produttiva.

Possono essere certificati GRS tutti i prodotti che siano composti per almeno il 20% da materiali da riciclo pre-consumo e post-consumo.

I criteri del GRS si estendono alle seguenti aree:

  • Composizionedel prodotto e contenuto di materiali da riciclo
  • Mantenimentodella tracciabilità lungo l’intero processo produttivo
  • Restrizioninell’uso dei prodotti chimici.
  • Rispettodi criteri ambientali pertinenti che possono riguardare: approvvigionamento idrico; scarico dei reflui; e scarichi idrici; recupero energetico (uso rifiuti selezionati); emissioni inquinanti in atmosfera; produzione e gestione rifiuti; contaminazioni del suolo e della falda; gestione di sostanze, preparati e materiali pericolosi; emissioni sonore; gestione emergenze
  • Rispettodei criteri sociali attinenti i diritti dei lavoratori.

 Fasi che non richiedono la certificazione:

  • Raccolta di rifiuti
  • Cernita, selezione, raggruppamento.

 Fasi che rientrano nella certificazione:

  • Riciclodei materiali
  • Ogni processomanifatturiero attraverso il quale il materiale riciclato viene impiegato per realizzare prodotti intermedi (ad esempio: filati e tessuti) o prodotti finiti destinati al consumatore.

 Come si certifica

L’iter di certificazione si articola in 3 fasi:

  1. Valutazione iniziale dei prodotti e del processo produttivoche prevede, tra l’altro, la valutazione della composizione dei prodotti per i quali è richiesta la certificazione, nonché della conformità di materie prime e fornitori e dell’idoneità dei prodotti chimici impiegati negli specifici processi manifatturieri.
  2. Verifica ispettiva in sito volta ad accertare: l’effettiva conformità dei prodotti ai criteri GRS; la corretta organizzazione e gestione dei processi di fabbricazione e delle procedure interne suscettibili di compromettere la conformità del prodotto stesso; il mantenimento della catena di custodia in modo da assicurare che il materiale riciclato sia correttamente identificato al fine di evitare problemi di confusione e/o sostituzione con altri materiali. Nel contempo viene verificato il rispetto dei criteri ambientali e sociali pertinenti.
  3. Emissione del Certificato di Conformità sulla base delle informazioni e dei dati raccolti nell’ambito del processo di valutazione e verifica.

(fonte ICEA)