I finanziamenti o le agevolazioni fiscali rappresentano delle ottime opportunità per le aziende.

QualityNet srl, pur non essendo una società di finanziamenti tout court, dispone di un servizio accessorio ai quelli di consulenza tecnica, gestito da tecnici qualificati in materia, suddivisi nei seguenti ambiti:

  1. fondi interprofessionali
  2. bandi regionali o nazionali
  3. bandi europei
  4. leggi nazionali

1. I primi non sono finanziamenti ma quattrini di solito assegnati alle aziende attraverso due modalità:

  • conto formazione: le aziende con dipendenti accantonano mensilmente per legge lo 0,30 della quota INPS in busta paga di ogni proprio dipendente presso un fondo interprofessionale da queste prescelto. L’azienda, se non vuole perdere i propri soldi, entro due anni deve spendere quelli che accantona.
  • conto di sistema: alcuni fondi, quali ad esempio Fondimpresa, distribuiscono i soldi che le aziende accantonano attraverso il proprio conto formazione che poi non spendono, attraverso dei bandi ad hoc che vengono pubblicati nel corso dell’anno (cd contributi aggiuntivi).

2. Le Camere di Commercio, le Regioni o lo Stato pubblicano periodicamente dei bandi a graduatoria quali ad esempio: ricerca e sviluppo (regionale), INAIL (statale), brevetti (statale), internazionalizzazione (camerale o regionale o statale), ecc. Questa tipologia di finanziamenti prevede quasi sempre una quota a fondo perduto ed una a tasso agevolato.

3. Nel terzo caso, la Comunità Europea nel 2014 ha pubblicato l’VIII programma quadro denominato Horizon 2020 per supportare le piccole-medie aziende in percorsi d’innovazione di processo o prodotto. In questo caso la quota a fondo perduto copre di solito il 100% dell’importo assegnato. Le pratiche previste sono state semplificate rispetto alla precedente “Europrogettazione” anche se sono comunque complesse e di difficile acquisizione.

4. Attraverso le proprie Leggi di Stabilità finanziaria, lo Stato periodicamente pubblica delle Leggi tendenti a favorire le aziende che investono e innovano. Un esempio in tal senso è il Credito d’Imposta 2015, previsto per gli anni fiscali 2015/2019, che dà diritto ad un 50% di detrazione, nel caso d’investimenti da Euro 30.000 in su.

Richiedi maggiori informazioni sui Finanziamenti!